Cerca

Bisogna farsi il mazzo!

Bisogna farsi il mazzo! Credo che non possa esistere una frase più corretta per descrivere la forza che ci stanno mettendo tutti i professionisti per stare in piedi nel bel mezzo di una pandemia mondiale.

I professionisti del settore dello spettacolo, poi, erano costretti a stringere i denti già prima del 2020 ma, nonostante questo, noto che non si stanno dando per vinti.


Non lasciamoci pervadere dalla negatività e dalla tristezza! Sfruttiamo questo periodo di "pausa" per migliorarci, per pensare a noi stessi, a quello che ci piace fare, a come ci comportiamo nei confronti della vita in generale e altri discorsi filosofici e introspettivi di questo genere.


A questo proposito vorrei dare un consiglio (non per insegnare qualcosa ma per dirvi come la penso io) per capire se siamo dei buoni performer o se quello/a che dobbiamo ingaggiare è un/a bravo/a performer. Possiamo capire queste cose con la tecnica della luce. La tecnica della luce è una tecnica che può sembrare banale a prima vista, ma poi ci si rende conto che è molto complicato metterla in atto quando si va a creare una performance sul palcoscenico. Si basa tutto sulla quantità luminosa che un performer porta in scena. Come spiego nel video in allegato, basterà pensare al corpo del performer come ad un indicatore di luminosità. Più sarà illuminato e più, quel performer, sta portando in scena una cosa oggettivamente bella.


Vi è mai capitato di vedere un grande artista in scena da solo e, nonostante questo, avere la sensazione di vedere un palco pieno? Ecco, a me piace spiegare questo concetto con la teoria della luce. Una volta capito e visualizzato questo concetto sarà facile applicarlo sia alla creazione di un numero sia alla scelta del performer giusto per il vostro evento.


PS: Illuminarsi in scena non significa dover fare tutto in movimento, con molta espressività o con molta energia; si può essere illuminati anche stando fermi , guardando l'orizzonte senza cambiare espressione mentre la facciata di una casa ci sta cadendo addosso. Buster keaton docet.


Come ho detto all'inizio di questo articolo, questa tecnica può sembrare facile da mettere in atto ma non lo è affatto. Servono anni e anni di esperienza, successi, fallimenti e pazienza, in parole povere: bisogna farsi il mazzo!




33 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Two Queens

LinKING Rings

Ale Bellotto

Magical Performer