Cerca

Two Queens

Dopo le tecniche di manipolazione, la magia close-up occupa il secondo posto nella classifica delle cose che fanno sudare le mani degli illusionisti. L'idea di avere gli occhi di tutti puntati sulle proprie mani non aiuta a mantenere la concentrazione per tutta la durata del numero. Bisogna considerare tante cose: i tempi, gli spazi, le traiettorie dello sguardo di tutti i partecipanti, bisogna mantenere l'energia alta e soprattutto bisogna intrattenere.


"Siamo maghi, oltre alla tecnica c'è di più", recitava il testo di una canzone di Jo Squillo e Sabrina Salerno, ed è proprio vero! La tecnica non stupisce ma costruisce le basi per far si che succeda qualcosa di speciale. La materia prima per stupire gli occhi, la mente e il cuore degli spettatori è la presentazione, la showmanship, l'intrattenimento, la "drammaturgia" dell'effetto.


Qui sotto troverete un simpatico video che vi porterà all'interno del mio ufficio magico per la terza settimana consecutiva. Parleremo di due carte speciali che, in tre modi diversi, ritroveranno tre carte scelte e disperse nel mazzo. Se qualcosa dovesse andare storto, ovviamente, sarà colpa delle carte speciali e NON del performer.

Per scoprire se tutto è filato liscio, non ti resta che cliccare sul video qui sotto, mettere i piedi sulla scrivania e prenderti 320 secondi di pausa.




24 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

LinKING Rings

Ale Bellotto

Magical Performer

  • Tic toc
  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black YouTube Icon